News dalle aziende: Le piccole aziende senza gestionale chiudono in 12 mesi

News dalle aziende: Le piccole aziende senza gestionale chiudono in 12 mesi

Gettarsi nel mercato senza avere consapevolezza di cosa si rischia di affrontare è uno degli errori più frequenti e grossolani in cui incorrono le nuove imprese, specie se di piccole dimensioni. Negli anni, gli esperti di AgentScout hanno imparato a riconoscere le c.d. red flags (n.d.r. bandiere rosse) che rischiano di determinare non solo l’insuccesso ma anche il tracollo dell’azienda. Tra i più fatali, in particolare, spicca la mancata previsione di un CRM. Scopriamo perché e come evitare di commettere un errore fatale per il nostro business.

Cos’è il CRM?

Il CRM (o Customer Relationship Management) è un software che favorisce la gestione dei rapporti con i clienti (sia potenziali sia esistenti), rendendola più agevole. In sostanza, mediante il CRM, l’agenzia riesce a rimanere in contatto con i clienti con più scioltezza, a favorirne la fidelizzazione e a semplificare i processi di gestione dei rapporti.

A dispetto di quello che si potrebbe pensare, parlare di CRM non equivale a parlare esclusivamente di applicati aziendali, non si tratta quindi di una semplice informatizzazione dei dati. Il CRM, al contrario, sfrutta tutti gli elementi a disposizione dell’azienda (culturali, strategici, comunicativi e anche informatici) per mettere al centro dell’equazione il cliente.

Quali sono gli obiettivi del CRM?

A questo punto, bisogna capire quali sono i pro legati all’uso di un CRM. Partiamo dalle basi! Gli obiettivi di un CRM sono solitamente:

  • costruire e rafforzare i rapporti con clienti e clienti potenziali
  • inviare preventivi e ottimizzare il sistema gestionale
  • monitorare l’andamento di costi e ricavi
  • gestire la calendarizzazione dell’impresa
  • operare in un’ottica di time management e organizzazione aziendale

Basta un rapido sguardo a questa breve lista per comprendere quali e quanti aspetti dell’attività aziendale siano toccati dall’utilizzo di questo software. La loro gestione mediante CRM permette di favorire l’automatizzazione di molte fasi con una conseguente massimizzazione di tempi e risultati.

I vantaggi dell’uso del CRM

Potrebbe sembrare scontato, ma i vantaggi dati da una gestione mediante CRM non attengono soltanto alla semplificazione delle fasi di lavoro. L’uso del CRM, infatti, arriva a toccare aspetti dell’attività aziendale che solo all’apparenza sembrano lontane tra loro e che, invece, sono strettamente interconnesse.

Una gestione mediante CRM apporta i seguenti vantaggi:

  • miglioramento della qualità delle previsioni di vendita
  • incremento del senso di soddisfazione dei clienti
  • più alto tasso di fidelizzazione dei clienti
  • miglioramento della collaborazione tra i team
  • aumento delle interazioni con i clienti e conseguentemente della produttività aziendale

Come possiamo vedere, il ricorso al CRM crea un circolo virtuoso che inizia con un perfezionamento della gestione, passa per la centralità del cliente e arriva a incidere sul profitto del nostro business in modo sostanziale.

Il rapporto tra CRM e ricerca agenti

Può il CRM sostituirsi alla ricerca agenti? La risposta è no. Si tratta, piuttosto, di due aspetti dell’attività aziendale che vanno coordinati. La ricerca agenti dovrebbe infatti andare di pari passo con la ricerca di un buon gestionale che renda più fluido il lavoro all’interno dell’azienda e favorisca il rapporto con i clienti.

Ma affidarsi al CRM è davvero così impattante per un’azienda?

Analizziamo qualche dato. Attualmente, sappiamo che su 100 piccole aziende che hanno chiuso nell’ultimo anno, 74 non possedevano un gestionale né avevano preso in considerazione la possibilità di usarne uno. Su 1000 clienti, peraltro, solo il 43% offre un CRM ai suoi agenti e, in questo caso, il successo della ricerca mediamente è garantito nel 94% rispetto al 78% di chi non lo offre.

Ecco perché AgentScout consiglia di affiancare sempre alla ricerca agenti anche la ricerca di un buon gestionale.

Il CRM per le piccole aziende

Se si ha una piccola azienda e si sta valutando di inserire un CRM all’interno del proprio business, è stata sicuramente intrapresa la direzione giusta. Molti, infatti, potrebbero essere convinti che un’azienda di piccole dimensioni abbia la necessità di investire in altri ambiti e che l’aspetto gestionale possa essere momentaneamente trascurato. In alcuni casi, viene addirittura vista come una spesa inutile da rimandare a quando l’attività avrà ingranato meglio e incrementato il proprio margine di profitto.

In realtà, questo è un approccio sbagliato. Un’azienda che intende inserirsi fruttuosamente nel mercato dovrebbe partire proprio dalla previsione di un CRM e assicurarsi di averne uno sviluppato ad hoc. In questo modo, il software verrà cucito sulle reali esigenze del business e si potrà essere sicuri che vengano soddisfatte appieno.

E se non si dovesse procedere in questo senso? Il rischio è quello di rientrare nelle percentuali dell’ultimo anno e di  finire tra le aziende che hanno chiuso nei primi 12 mesi di attività.

In conclusione, pensare che una piccola azienda non abbia necessità di affidarsi a un CRM è un errore che AgentScout sconsiglia di commettere. Al contrario, è meglio valutare di adottare un software il più personalizzato possibile per essere certi di aver profuso i nostri sforzi nella giusta direzione e scongiurare una chiusura prematura.

Fonte: Agenscout